TRASPOJ - WMS | Data Dea | Movimentazione delle merci con codice a barre e rfid

E’ il WMS, da noi interamente sviluppato, per le esigenze delle Aziende di di logistica e deposito c.to terzi. Le caratteristiche maggiormente qualificanti sono:

  • Interfaccia standard per acquisizione e ritorno dati alle aziende depositanti
  • Movimentazione delle merci con codice a barre e lettori in radiofrequenza
  • Gestione matricole, lotti e scadenze con controllo in ingresso ed in uscita per una totale tracciabilità
  • Gestione ubicazioni e missioni di stoccaggio e prelievo in radiofrequenza
  • Gestione Kits, assemblaggi, trasformazioni e lavorazioni
  • Picking list selettiva e parametrica per ottimizzare il servizio ed il trasporto
  • Storicizzazione degli inventari con evidenza discordanze riconciliazione e scritture di rettifica

Una potente struttura anagrafica permette di gestire al meglio le diverse esigenze che ciascuna casa mandante e ciascuna tipologia di merce richiedono.

Anagrafica depositi
L' anagrafica depositi consente di identificare e gestire depositi centrali e/o periferici esterni., particolari aree di magazzino, ed infine magazzini virtuali logico-contabile. Mediante la funzione di abilitazione d'uso, ogni deposito controlla la validità del prodotto in termini di scorta e ubicazione della merce. In qualunque momento è possibile effettuare delle analisi sullo stato dei depositi e sulle operazione che hanno determinato una movimentazione di merce.

Anagrafica Aziende Depositarie
Una solida struttura di anagrafiche e tabelle consente di definire diverse modalità gestionali per ogni azienda depositaria, tra cui le più significative sono:

  • La gestione DIVISIONE, LINEE e STATI di prodotto che permette una diversificazione razionale nella movimentazione di magazzino;
  • La natura del prodotto che determina la gestione a lotti, a partite, a matricole...
  • Il tipo di evasione prodotto che permette di operare secondo il metodo L.I.F.O. in modo immediato (a ogni transazione immessa) o in differita (nel caso di evasione di massa);
  • Il tipo di modulo stampa bolle di consegna particolare per ogni azienda depositaria, modulo che può essere addirittura diversificato per DIVISIONE, LINEA e STATO prodotto.


Anagrafica destinatari
Vengono definite le informazioni anagrafiche dei clienti destinatari con la possibilità di gestire diversi punti di consegna a fronte di un unico cliente di fatturazione e per ognuno di essi sono gestiti i vincoli di consegna.

Anagrafica prodotti
Oltre alle informazioni di natura commerciale e a quelle più tipicamente operative, sono previsti dei parametri che permettono di soddisfare le diverse esigenze gestionali di ogni singolo prodotto. Tra i più significativi segnaliamo:

  • I coefficienti di conversione quali i pezzi/confezione, confezione/colli, colli/pallet, volume, peso lordo, peso netto e valore utili per la gestione in parallelo di diverse unità di misura.
  • La classificazione dei prodotti quali il TIPO, FAMIGLIA, GRUPPO, VARIETÀ, che tra l'altro consentono una parzializzazione e un particolare ordinamento nelle analisi di magazzino.
  • Il blocco commerciale/operativo al fine di limitarne l'uso o la movimentazione.

La codifica degli articoli basata su un codice "primario" e su una serie di codici alternativi che ne consentono la reperibilità da parte dei diversi soggetti interessati in maniera diretta (es. codice di produzione, codice interno/d'uso, codice cliente/destinatario, ecc.).

I movimenti di carico e scarico alimentano la gestione contabile e operativa di un magazzino. Attraverso le diverse tipologie nelle quali sono stati suddivisi, i movimenti attivano procedure gestionali differenti a seconda della loro natura. Per esempio, un'entrata merce consente di etichettare il prodotto in arrivo mentre un trasferimento consente di gestire l'ubicazione di provenienza (uscita) e quella di destinazione (entrata).

Ogni movimento contiene tutti i riferimenti della natura per la quale è stato originato, in particolare sono stati previste delle funzioni di legame che consentono di abbinare i movimenti secondari, quali rettifiche, riserve, resi,..etc, al movimento origine. L'insieme dei movimenti rappresenta la base storico-statistica della vita del prodotto che grazie alla sua struttura - snella, essenziale e completa - costituisce la giusta interfaccia tra i diversi soggetti che ne richiedono l'osservabilità o la tracciabilità.

Attraverso le numerose possibilità di acquisizione ordini-bolle, si alimenta il portafoglio clienti di ogni singola azienda depositaria. Ogni ordine-bolla è caratterizzato da specifici parametri che ne consentono una corretta gestione sia sotto il profilo operativo per il rispetto dei vincoli di consegna, sia sotto il profilo commerciale. L'evasione degli ordini-bolle può avvenire secondo diverse modalità, ognuna di queste è supportata da funzioni specifiche che consentono di operare per singolo ordine-bolla oppure in massa con parzializzazioni di gruppo. Sono soddisfatti tutti gli adempimenti fiscali per la produzione dei documenti di viaggio e le necessità operative di organizzazione delle spedizioni. Particolari funzioni consentono di analizzare e tenere costantemente sotto controllo l'evoluzione degli stati di ogni singolo ordine-bolla.

Chiusure fiscali
Oltre ad un adempimento fiscale la stampa del giornale di magazzino consente la quadratura dei movimenti con i clienti committenti: viene gestita sia a video sia in stampa una scheda prodotto che consente di controllare i movimenti che hanno interessato la movimentazione del prodotto.

Statistiche e report
Sono a disposizione come validi strumenti decisionali statistiche che riassumono per periodo le attività effettuate. Oggetto di valutazione sono i diversi parametri in cui possono essere richieste tali statistiche (a valore, a peso, a pallets, a casse, a volumi, ecc.). A fronte delle movimentazioni merci in magazzino sono vitali le funzioni di analisi sottoscorta dei prodotti e di movimentazione degli stessi. In base alla scorta minima di ogni singolo prodotto viene emessa una proposta di riordino che permette una sicura gestione della rotazione dei prodotti

Principali funzioni previste nella gestione fisica di magazzino:

Gestione mappa di magazzino
Inserimento e manutenzione della mappa di magazzino dove sono previste sino a 5 livelli di coordinate: 1- Zona, 2-Fronte, 3-Corridoio, 4-Colonna, 5-Piano, utilizzabili in modo parametrico, ad esempio posso definire di non utilizzare il livello 3.

Visualizzazione e saldi articoli di magazzino
Con possibilità di arrivare al massimo dettaglio dell'unità di movimentazione, oppure anche per ubicazione.

Stampa etichette
Stampa preventiva di etichette con codice a barre e numero univoco utili per battezzare le unità di movimentazione (UdM) che in entrata risultano anonime, altrimenti può essere utilizzato il codice a barre apposto dal proprietario della merce.

Entrata merce
Registrazione contabile di un documento in entrata merce ed invio delle missioni di stoccaggio "ai palmari" per l'identificazione degli articoli entrati. Tramite il palmare vengono dichiarati i codici articolo entrati, le quantità e, se richiesto, lotto e scadenza. In caso di UdM entrati con etichette SSCC, i dati vengono dedotti leggendo i codici a barre dell'etichetta. Al termine dell'identificazione, i dati vengono riconciliati con il movimento contabile, aggiornando i saldi contabili in base alle rilevazioni fisiche.

Trasferimento
Qualsiasi UdM a magazzino può essere trasferita da un'ubicazione ad un'altra semplicemente leggendo il codice a barre dell' UdM e leggendo successivamente il codice a barre dell'ubicazione di destino.

Uscita merce
Gli ordini vengono inseriti in una picking list i cui dati vengono inviati come missione di prelievo "ai palmari" per il prelievo fisico della merce. Il palmare consente di selezionare l'ordine all'interno della picking list, dopodiché visualizza tutte le righe di articoli da prelevare, tenendo separati i prelievi di pallets interi a stock e i prelievi di colli sfusi a picking. I prelievi a stock sono pilotati dalla procedura che indica le ubicazioni dove recarsi per il prelievo, tenendo conto della data di scadenza della merce (First Expired First Out) Per quanto riguarda i prelievi di prodotti sfusi (a picking), l'ubicazione viene suggerita dalla procedura solo al momento della scelta da parte dell'utente della riga da prelevare. In caso di colli presenti in più ubicazioni di picking, l'utente può liberamente optare di prelevare la merce in un'ubicazione diversa da quella suggerita dal palmare. Il prelievo a picking sarà confermato dalla lettura del codice a barre dell'ubicazione.

Travaso pezzi
Procedura che consente di travasare un quantitativo parziale di colli da una UdM ad un'altra UdM, leggendo l'etichetta dell' UdM di partenza e successivamente l'etichetta dell' UdM di arrivo. Tale procedura è utilizzata anche per i cambi di stato della merce, semplicemente leggendo come UdM di arrivo un'etichetta di magazzino nuova. In caso di cambio stato la procedura genererà in automatico un movimento contabile di cambio stato, per adeguamento dei saldi contabili.

Rettifiche inventariali
Procedura che consente di variare il quantitativo di colli/pezzi presenti in una UdM, semplicemente leggendo il codice a barre dell'UdM e dichiarando quanti colli/pezzi occorre aggiungere o decurtare dall' UdM. Alla conferma dell'operazione la procedura chiede all'utente conferma se generare anche il movimento contabile per adeguamento saldi contabili. Quest'ultima cosa è opzionale in quanto non sempre deve essere eseguito l'allineamento dei saldi contabili.

Modulo che soddisfa le esigenze di controllo e quadratura della giacenza fisica dei prodotti con la giacenza contabile, oppure tra le giacenze contabili della società depositaria e quelle della società depositante per una quadratura incrociata dei dati di riferimento.

OBIETTIVI
Rilevare i saldi in modo automatico dalla gestione contabile per un confronto fino a 4 livelli di possibilità (contabile- fisico- cliente –etc) e con raffronto su ciascuna ubicazione. Disporre di uno strumento interattivo e di facile uso per la determinazione delle differenze inventariali. Memorizzare le situazioni inventariali per avere un dato di confronto progressivo. Analisi degli scostamenti e generazione automatica di movimenti di rettifica inventariale. Rilevazione giacenze attraverso terminali portatili in radiofrequenza per ridurre gli errori e i tempi di inventario.

CONTENUTI
Generazione saldi contabili dello zona da inventariare, l'intero magazzino, un'area specifica, un singolo articolo, o tutti gli articoli di una specifica casa depositante. Stampa modulo rilevazione inventario di magazzino, o abilitazione sul terminale in radiofrequenza dell'inventario da effettuare. Immissione movimenti di inventario manuali, oppure mediante lettura ottica delle ubicazioni e del barcode degli articoli contenuti. Stampa della situazione inventariale con determinazione degli scostamenti e storicizzazione delle informazioni oggetto dell'inventario.